Gli 8 benefici del digiuno intermittente

8 benefici del digiuno intermittente

L’intermittent fasting è definito come l’astinenza da cibi o bevande per un certo periodo di tempo che varia a seconda dei tipi. Digiunare ha molti benefici sulla salute, che includono disintossicazione, guarigione più rapida, pelle luminosa e secrezione dell’ormone della crescita e dell’anti-invecchiamento. È anche positivo per il sistema digestivo e per il metabolismo, riduce il colesterolo dannoso e l’appetito ed è di aiuto per l’epilessia, l’artrite e altre malattie. Qui di seguito ci sono 8 benefici del digiuno intermittente. 

Gli 8 benefici del digiuno intermittente

1. Promuove il controllo dello zucchero nel sangue riducendo l’insulino resistenza

Diversi studi hanno osservato che il digiuno può aumentare il controllo degli zuccheri nel sangue. Infatti, uno studio del 2017
su 10 persone con diabete di tipo 2 ha mostrato che il il digiuno intermittente ha ridotto il livello di zuccheri nel sangue.
 
Nel frattempo, un’altra ricerca ha osservato che il digiuno era efficace quanto la restrizione calorica nel ridurre l’insulino resistenza. La decrescita nell’insulino resistenza può aumentare la sensibilità del corpo all’insulina, permettendo un più efficiente trasporto del glucosio dal flusso sanguigno alle cellule. Questo può aiutare a tenere stabili i livelli di zucchero nel sangue, prevenendo picchi e crolli nei livelli zuccherini.

 

2. Promuove lo stato di salute combattendo le infiammazioni

Mentre un’ infiammazione acuta può essere un normale processo volto a combattere le infezioni, le infiammazioni croniche possono essere davvero dannose per la salute. La ricerca mostra che le infiammazioni potrebbero essere coinvolte nello sviluppo di patologie croniche come le malattie cardiache, il cancro e l’artrite reumatoide. 

Alcuni studi hanno indicato che il digiuno può aiutare a diminuire il livello di infiammazioni e promuovere una salute migliore. Uno studio su 50 adulti sani ha in particolare mostrato che l’intermittent fasting è riuscito a ridurre i segnali infiammatori. Un altro studio ha poi confermato lo stesso effetto con digiuni di 12 ore al giorno per un mese.

In più, uno studio sugli animali suggerisce che seguire una dieta con restrizione calorica tale da mimare gli effetti del digiuno può ridurre le infiammazioni ed è benefico nel trattamento della sclerosi multipla, che è una condizione di infiammazione cronica.

3. Migliora la salute del cuore regolando pressione, trigliceridi e colesterolo

Le malattie cardiache sono la maggior causa di morte nel mondo, stimata intorno al 31.5% dei decessi globali. Migliorare dieta e stile di vita è il miglior modo per ridurre il rischio di malattie cardiache.

Alcune ricerche hanno osservato che introdurre il digiuno può essere estremamente benefico per la salute del cuore. Uno studio ha riportato che otto settimane di digiuno alternato sono state in grado di ridurre colesterolo dannoso e trigliceridi rispettivamente del 25% e del 32%. Un altro studio effettuato su 110 adulti obesi ha mostrato che un digiuno di tre settimane ha ridotto significativamente la pressione sanguigna, i livelli di trigliceridi e il colesterolo dannoso. In più, uno studio su 4629 persone ha associato il digiuno con un minor rischio di malattie all’arteria coronaria così come altri fattori di rischio per il cuore. 

4. Migliora le funzioni cerebrali e previene disordini neurodegenerativi

Diversi studi hanno osservato i benefici del digiuno sulla salute del cervello. Uno studio ha mostrato che introdurre su dei topi il regime di intermittent fasting per 11 mesi migliora sia funzioni che struttura cerebrali. Altri studi effettuati su animali hanno riportato i benefici del digiuno in termini di protezione del cervello e un aumento delle cellule nervose che migliorano le funzioni cognitive.
 

Dati gli effetti positivi del digiuno sulle infiammazioni, esso può essere utile nella prevenzione delle malattie degenerative. In particolare, studi su animali suggeriscono che digiunare può proteggere contro malattie neurodegenerative come l’Alzheimer o il Parkinson.

5. Aiuta nella perdita di peso e nel miglioramento del metabolismo

Astenersi dal cibo porta a una perdita del peso in eccesso. Qualche ricerca ha inoltre osservato che il digiuno può migliorare il metabolismo diminuendo i livelli del neurotrasmettitore norepinefrina, cosa che può condurre a ridurre il peso. Un altro articolo ha mostrate che un digiuno di 24 ore porta a una diminuzione del peso corporeo fino al 9% e ad una significativa riduzione del grasso corporeo in un periodo di 12-14 settimane.

Ancora, uno studio ha sottolineato che l’intermittent fasting su un periodo di 3-12 settimane  è tanto efficace nella perdita di peso quanto una continua restrizione calorica, portando ad una diminuzione del peso corporeo e della massa grassa rispettivamente del 8% e 16%. In più, però, il digiuno è più efficace della restrizione calorica nel mantenimento dei tessuti muscolari. 

6. Aumenta l’Ormone della Crescita, vitale per il metabolismo e la forza muscolare

L’Ormone della Crescita (HGH) è un tipo di proteina centrale in molti aspetti della salute. Diverse ricerche hanno mostrato come esso sia coinvolto nella crescita, nel metabolismo, nella perdita del peso in eccesso e nella forza muscolare.

La ricerca ha mostrato che il digiuno aumenta la produzione naturale di HGH, ad esempio con digiuni di 24 ore o di 2 giorni. In più, digiunare aiuta a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue durante la giornata, cosa che influisce positivamente sui livelli di HGH data la minore insulina. Tutto questo naturalmente conferma i benefici di un allenamento a digiuno. 

7. Ritarda l’invecchiamento e estende la longevità 

Diversi studi hanno osservato gli effetti positivi del digiuno sulla longevità. In uno di questi, dei ratti sono stati a digiuno a giorni alterni e hanno avuto una vita  più lunga dell’83% rispetto ai ratti che non lo hanno fatto.

Altri studi animali hanno riportato risultati simili, confermando che il digiuno è efficace sia nell’aumento della longevità che del tasso di sopravvivenza.

8. Aiuta contro il cancro e favorisce la chemioterapia

Diversi studi evidenziano gli effetti positivi del cancro nella prevenzione e cura del cancro.

Infatti, uno studio ha osservato che il digiuno a giorni alternati ha bloccato la formazione di tumori in alcuni ratti. In maniera simile, un’altra ricerca ha mostrato che esporre cellule tumorali a diversi cicli di digiuno era tanto efficace quanto la chemioterapia in termini di ritardo nella crescita del tumore.

Credits: healthline.com, organicfacts.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *